Catalogo

Disponibilità
Condizione
  • Tour 1 Tour 1
  • Tour 2 Tour 2
  • Tour 3 Tour 3
  • Tour 4 Tour 4
  • Tour 5 Tour 5
  • Tour 6 Tour 6
  • Tour 7 Tour 7
  • Tour 8 Tour 8
  • Tour 8 Tour 8
  • Tour 9 Tour 9
--> TOUR

Per noi di Sardinia Bicycle, chi è interessato ad un tour in bicicletta, ricerca un modo di visitare e conoscere, che significa “fare un viaggio”, più che “essere un turista”, quindi “essere uno scopritore curioso e attento”, più che “il fruitore di un Servizio”. Spostarsi in bici, consente di avvicinarsi con estrema leggerezza ad ogni luogo, pe...

Per noi di Sardinia Bicycle, chi è interessato ad un tour in bicicletta, ricerca un modo di visitare e conoscere, che significa “fare un viaggio”, più che “essere un turista”, quindi “essere uno scopritore curioso e attento”, più che “il fruitore di un Servizio”. Spostarsi in bici, consente di avvicinarsi con estrema leggerezza ad ogni luogo, per scoprirlo nel suo equilibrio autentico, ma anche a modo proprio. Il “viaggio” non è confuso con “l’inevitabile trasferimento da un punto all’altro”, da realizzare nel più breve tempo possibile, per iniziare a fare altro. Il viaggio è lo spostamento da un esperienza all’altra, da una conoscenza all’altra, …minuto dopo minuto, profumo dopo profumo, immagine dopo immagine, ……. . Ciò, in una forma di rispetto ecosostenibile praticabile da chiunque, oggi come domani.

Il tour che vi proponiamo per questo tipo di esperienza, segue un itinerario collaudato da oltre un decennio ed oramai classico per i cicloturisti che visitano la Sardegna. La qualità degli strumenti di supporto offerti (location manager, tracce, roadbook, convenzioni, ecc.) vuole fare la differenza rispetto ad altre proposte simili presenti sul mercato. Ove possibile, si sviluppa sempre lungo ciclabili e/o strade secondarie, ma la modesta circolazione veicolare presente in Sardegna nei periodi consigliati, ci porta a non privarvi di alcuni tratti su strade statali che si dipanano lungo coste mozzafiato. E’ adatto a tutti e, magari dopo aver sciolto un po' di "ruggine", diventa un'esperienza fisica molto piacevole. La lunghezza delle tappe è variabile, grazie a soluzioni che possono essere intertappa per alcuni e tappa giornaliera per altri. E’ proposto suddiviso in due tour distinti, che permettono di percorrerne una sola metà: “da Est” e “da Ovest”. Ma per chi ha “la gamba pronta”, o più tempo disponibile, o semplicemente mira a fare un allenamento in Sardegna più che a soffermarsi sui luoghi attraversati, i due tour possono essere realizzati consecutivamente ed il “Grand Tour Sud Sardegna” potrà essere completato in un unico Viaggio. Per avere maggiori informazioni (viabilità, clima, storia, ecc.) sui luoghi che potrete attraversare, in questa fase non esitate a consultare questo sito nella sezione “Territori”. Una volta scelto il viaggio di vostro maggior interesse, valutate si percorrerlo quando vorrete, senza una nostra Guida al seguito (Self Guide), da soli o con un vostro gruppo di amici, ovvero in data fissa con tutti i vantaggi della nostra assistenza completa al seguito (All Inclusive). In ogni caso, sapremo proporvi soluzioni adeguate alle vostre esigenze di attrezzatura, cartografia, manuali del territorio, alloggi, enogastronomia, esperienze.

Più

TOUR Non ci sono prodotti in questa categoria.

Sotto-categorie

  • Sud Sardegna da EST

    Questo itinerario, per come qui lo descriviamo, è percorribile in quattro giorni, ma con tappe intermedie può essere goduto anche in cinque-sei giorni, o suddiviso in due week end assistiti da trasferimenti assistiti. Ci avvia dal capoluogo della regione ed immediatamente ci immette nella lunga spiaggia che corre tra il mare (Poetto) e la laguna salata (Molentargius). Dal Margine Rosso si prosegue sulla strada costiera, che non molto dopo inizia a regalare panorami mozzafiato su calette che sembrano dipinte: sino a Villasimius. Qui faremo tappa e, con ogni probabilità un tuffo al mare. L’indomani mattina, tra falsipiani e scollina menti, scopriremo Costa Rei e S.Priamo, l’area delle ottocentesche bonifiche e gli stagni di Feraxi e Colostrai, sino a Muravera. La terza giornata sarà più allenante e ci porterà ad inseguire le “vie dell’argento” sino a Escalaplano, quindi raggiungere una vasta area interna che da Orroli sino a Barumini, ci permetterà di pedalare in una vasta area di interesse nuragico e sino a Mandas, di inseguire in parte la via ferrata su cui ancora viaggia il “Trenino Verde della Sardegna”. Se non avremo optato per dividere la tappa a Orroli e godere di più tempo per la visita della Marmilla, da Villonovaforru (o Sardara) avvieremo la nostra quarta giornata alla volta di Cagliari. Ma non prima di avere visitato il Castello di Sanluri, i murales e le “pietre sonanti” a S.Sperate ed i ceramisti ad Assemini.

  • Sud Sardegna da Ovest

    Questo itinerario, per come qui lo descriviamo, è percorribile in cinque giorni, ma con tappe intermedie può essere goduto anche in sette giorni, o suddiviso in due week end assistiti da trasferimenti assistiti. Ci avvia dalla città di Cagliari ed immediatamente ci immette nella lunga costiera sulcitana. Perimetrare la vasta laguna di S.Gilla ci regalerà un inatteso safari in un contesto non solo molto suggestivo dal punto di vista paesaggistico, ma soprattutto per varietà e quantità di avifauna presente anche a poche decine di metri da noi. Il tratto urbano seguente potrà favorirci per una prima sosta, per poi avviarci verso Sarroch, Villa S.Pietro e Pula. Dove concluderemo la prima tappa, con una meritata vista alla spiaggia ed alle rovine di Nora. La ripartenza del giorno seguente, ci porterà sino a Calasetta sull’isola di S.Antioco, passando prima per le bellissime spiagge da Chia a Porto Tramatzu, il Nuraghe Arresi, il borgo di Trattalias, le saline di S.Caterina ed il paesino di Sant’Antioco. La terza tappa, da Carloforte, dove saremo giunti in nave la notte prima per dormire e visitare il borgo, ci porta sino a Montevecchio (Arbus-Gusini), superando il “Golfo del Leone” lungo un itinerario che da Fontanamare prende il nome di “Miniere sul Mare”.

    Da questo bel borgo minerario, il giorno seguente potremo godersi una discesa defaticante sino al mare della Costa Verde, per inseguirla verso nord sino a Marceddì e da qui tagliare la piana del Campidano sino a Mogoro e Villonovaforru (o Sardara). La sveglia è presto, oggi dobbiamo tornare a Cagliari. Ma non prima di avere visitato il Castello di Sanluri, i murales e le “pietre sonanti” a S.Sperate ed i ceramisti ad Assemini.